alessandraraggio


Vai ai contenuti

mi presento

Chi sono

Braccia sottratte all'artigianato:

Alessandra Raggio, vive e lavora a Olbia dal 2010. Č vice caporedattore de L'Unione Sarda e dirige attualmente la redazione olbiese del giornale dopo aver guidato le redazioni nuorese (2002-2005) e oristanese (2005- 2010) del quotidiano.
Parallelamente al suo lavoro ha sempre portato avanti le sue tante passioni: fotografia, pittura, grafica, ceramica e scultura.
In questo sito sono esposti principalmente i lavori in ceramiche e alcuni reportage fotografici

CERAMICA:

Lavora la ceramica utilizzando diverse tecniche: dal tornio alla lastra al colombino, e differenti metodi di cottura, dal forno raku e quello tradizionale elettrico
Ha imparato le prime nozioni di scultura da piccola nello studio dello zio scultore Teofilo Raggio, a Roma.
Ha sempre portato avanti la scultura in terra cruda ma solo da qualche anno si č avvicinata al mondo della ceramica. Ha imparato a lavorare al tornio grazie agli insegnamenti dei maestri Marco De Jana e Nicola Filia e Giovanna Bellini. Ha frequantato corsi intensivi di tornio e raku a Senigallia e per quanto riguarda il raku continua a seguire gli insegnamenti di Grazia Ratto e Donatella Ceria, professioniste in questo metodo di cottura.

Fotografia

Ha iniziato con una Voigtlander, all'etā di 15 anni e non ha mai smesso. La fotografia č diventata un lavoro nel 1994 quando ha fondato l'Agenzia giornalistica sarda , un service che forniva notizie e servizi fotografici ai maggiori organi di informazione del territorio. Da li la passione per la fotografia sociale dallo scatto allo sviluppo alla stampa. Attorno al 1999 č passata al digitale. Ora utilizza una Nikon d300 ma non disdegna le nuove avanguardie della comunicazione visiva legate al mondo Hipstamatic e a tutte le app di rielaborazione grafica dello scatto.

Mostre fotografiche:
2004 Nuoro: ("Anime Rubate") reportage di viaggio su Egitto, Tanzania e Zanzibar;
2006 Cabras: San Salvatore, mostra sulla corsa degli Scalzi ("La gente bianca") percorso fotografico in esterni ( 50 pannelli di 1mX70cm);
2008 Nurachi: ha preso parte alla collettiva "Donne di Nurachi" nell'ambito del festival Dromos;
2009 Asuni: "Glocal citizen" , percorso in esterni in occasione di Asuni film festival (20 pannelli da 1X1,50)
2009 Milis: (Palazzo Boyl) "Tracce" pannelli sulla spiritualiā nel Sinis
Ha inoltre partecipato a diverse mostre e performance legate al riciclo nell'ambito della manifestazione "Re-Design" (2008) realizzando dal vivo due installazioni fatte con rifiuti e lattine e una serie di borsette fatte a maglia con i sacchetti dell'immondizia.
Ha realizzato diversi reportage per l'Unione Sarda, accompagnati dalle sue foto scattate in Sri Lanka (pochi giorni dopo lo tzunami) e in Cina (seguendo una famiglia cinese-oristanese che rientrava in patria dopo 10 anni).
Direttore artistico per due anni (2005-06) del club oristanese Gallery, dove ha organizzato una quindicina di mostre di pittura e fotografia: tra gli artisti coinvolti Tonino Mattu, Giusy Calia, Antonello Carboni, Mario Fois, Alessandro Tamponi.









Home Page | Chi sono | I miei lavori | Il Laboratorio | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu